Inaugurazione Anno Accademico 2019/2020

on Tuesday, 14 January 2020 15:41

Sabato 18 gennaio 2020, ore 10, Sala del Cenacolo

L'Accademia di Belle Arti inaugura l'anno accademico 2019/2020 con una cerimonia pubblica che si terrà sabato 18 gennaio alle ore 10 presso la Sala del Cenacolo.

La giornata inizierà con i saluti istituzionali del Presidente Carlo Sisi e del Direttore Claudio Rocca, previsto anche un intervento dei rappresentanti della Consulta degli studenti. Seguirà la proclamazione di sei accademici d'onore e la nomina di Adriano Bimbi e Marco Cianchi a professore emerito. Chiuderà la giornata un concerto del Quartetto Amaranto del Conservatorio "Luigi Cherubini" di Firenze.

Quest'anno fra le personalità illustri che saranno insignite del titolo di accademico d'onore il fotografo cinese Zeng Yi - primo nel Paese asiatico a ricevere questa onorificenza - il direttore del Museo dell'Opera del Duomo, Monsignor Timothy Verdon, Federico Tiezzi e Sandro Lombardi per l'arte drammatica. Due le donne: l'artista Lucia Marcucci, tra i principali esponenti della Poesia Visiva in Italia, e la direttrice del Frankfurter Kunstverein, Franziska Nori.

I nomi dei professori emeriti e degli accademici d'onore sono proposti e scelti dal Consiglio Accademico fra personalità che si sono particolarmente distinte nel mondo dell'arte e della cultura. Ad oggi il professor Eugenio Cecioni è il primo professore emerito dell'Accademia di Belle Arti di Firenze; tra gli accademici d'onore: David Hockney, Georg Baselitz, Luciano Fabro, Jannis Kounellis, Robert Morris, Thomas Struth, Ennio Antonelli, Giuliano Gori, Luca Mantellassi, Maria Vittoria Colonna Rimbotti, Paolo Targetti, Joachim Burmeister, Giuseppe Chiari, Lara Vinca Masini, Roberto Capucci, Antonio Frazzi, Alberto Moretti, Massimo Teoldi, Philippe Daverio, Claudio De Golo, Leonardo Ferragamo, Mauro Giorgetti, Emilio Tolaini, Franco Torrini, Riccardo Ventrella, Arnaldo Pomodoro, Philippe Starck, Sting, Oliviero Toscani, Beppe Menegatti, Candida Höfer, Cristina Acidini, Michelangelo Pistoletto, Massimo Cantini Parrini, Cecilie Hollberg e Mina Gregori.