Borgioli Cristina

 Prof.ssa Borgioli Cristina  

e-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.     
qualifica: docente di II fascia
orario di ricevimento: Per colloqui brevi sempre dopo le lezioni; il venerdì dalle 11 alle 14 e concordando un appuntamento via email
 
corsi 2019-2020:
 
corsi 2018-2019:

 

PROFILO BIOGRAFICO

Si laurea (2001) e specializza (2004) in storia dell'arte con Donata Devoti all'Università di Pisa, studiando il rapporto tra ricamatori e botteghe pittoriche a Firenze alla fine del XV secolo. Dopo un corso sugli eventi espositivi per l'arte contemporanea (2002 Tra-Art, Palazzo delle Papesse - Siena) e un perfezionamento in Economia e gestione dei beni museali (2003, Università di Firenze), consegue il dottorato di ricerca in "Tecnologia e management dei beni culturali", presso la scuola di eccellenza IMT Lucca (consorzio Politecnico di Milano, Luiss Roma, Università di Pisa, Scuola Superiore Sant'Anna Pisa), discutendo una tesi sugli aspetti teorici e pratici della musealizzazione dell'oggetto tessile (2008).
Dal 2002 al 2004 è stata contrattista di ricerca al dipartimento di Storia delle arti dell'Università di Pisa; dal 2006 al 2013 è stata contrattista e assegnista di ricerca alla Scuola Normale Superiore di Pisa, lavorando nel laboratorio diretto da Salvatore Settis sul patrimonio culturale. Ha inoltre svolto attività catalografiche per le Soprintendenze di Pisa-Livorno e Lucca-Massa Carrara, ha partecipato a progetti scientifici dell'Archivio di Stato di Siena, ha collaborato alla redazione della rivista di arti visive "Predella", ha lavorato al catalogo del Museo diocesano di Volterra, ha co-curato la mostra Benozzo Gozzoli a San Gimignano (2016, catalogo Giunti) e ha collaborato con diversi musei, enti pubblici e privati. Dopo alcuni insegnamenti a contratto (Università di Pisa, Accademia di belle arti di Firenze), è stata per quattro anni docente in organico di Storia dell'arte all'Accademia di belle arti di Palermo. I suoi interessi di ricerca si sono articolati prevalentemente in due direttrici: i temi della storia della tutela; il rapporto tra arti figurative e arti applicate tra tardo Medioevo e Rinascimento (circolazione di modelli, pratiche di bottega, aspetti iconografici, fortuna critica delle cosiddette arti 'minori' tra XIX e XX secolo).