This must be us

on Martedì, 19 Giugno 2018 21:16

Mostra degli studenti delle Accademie d'arte fiorentine fino al 28 giugno

This must be us è una mostra collettiva curata dagli studenti del master di Arts Management dello IED, in collaborazione con Palazzo Strozzi, Accademia di Belle Arti di Firenze, California State University, Fondazione Studio Marangoni e LABA - Libera Accademia di Belle Arti.

La mostra, ospitata negli spazi della Robert F. Kennedy International House for Human Rights di via Ghibellina 12 (23 - 28 giugno) presenta al pubblico installazioni artistiche e performance, fotografie, pittura a olio e light art, realizzate da giovani artisti emergenti provenienti dalle Accademie d'arte di Firenze.

L'inaugurazione è prevista per il 23 Giugno alle 18 insieme a tutti coloro che hanno lavorato per realizzare la mostra, mentre sarà possibile visitarla tutti i giorni dalle 15 alle 20. Ingresso libero e gratuito.

Le opere esplorano il concetto di identità collettive e i quesiti che ne derivano. In una società individualista, cosa significa identità collettive? Identificarsi con gli altri sminuisce la complessità e le contraddizioni del singolo individuo? La scelta della tematica deriva da Nascita di una Nazione. Tra Fontana, Guttuso e Schifano, mostra attualmente esposta a Palazzo Strozzi. Gli artisti sono stati invitati ad approfondire questo argomento, e a creare opere legate alla complessità della tematica e alla sua natura ambigua. Dall'ossessione per la tecnologia alle abitudini quotidiane che ci accomunano: il rito del caffè, l'insonnia e il fascino delle serie TV. L'amore e i suoi conflitti, la ricerca della propria identità, e il modo in cui le nostre esperienze sono in- fluenzate dall'ambiente circostante, sono temi che vengono affrontati da alcune delle opere d'arte in mostra.
Il progetto è in sé il risultato di un'identità collettiva, dal momento che per la sua realizzazione, si sono riuniti studenti provenienti da scuole, paesi e contesti molto diversi fra loro. Un difficile processo di selezione ha portato alla scelta delle opere esposte.

In mostra le opere di: Zuo Houxinyi, Leopoldo Innocenti, Pengpeng Wang, Wang Jue, Narine Nalbandyan, Vitalii Fedotov, Wen Yuda e Yu Le per l'Accademia di Belle Arti di Firenze; Giulia Del Sorbo, Elena Fabris, Elisa Perretti, Roza Belin, Teresa Bucca, Giuseppe Guariglia, Riccardo Di Giovanni, Heather Albright, Cassidy Austin, Erika Vita, Noemi Cammareri per le altre istituzioni coinvolte nel progetto.

Hanno coordinato il lavoro degli studenti dell'Accademia di Belle Arti di Firenze i docenti Marco Raffaele e Massimo Orsini.