Stampa questa pagina

[eng]

Prof. Borella Umberto

Crediti formativi (ECTS Credits): 10

Livello (Level): Biennio (Master)

Corso di riferimento (Departments): Progettazione e Cura degli Allestimenti Artistici (Curatorial Studies)

Anno Accademico (Academic Year): A.A. 2013-2014 

Tipologia disciplina (Course Type): Teorico-pratica (Theoretical – Practical)

 

OBIETTIVI FORMATIVI (COURSE OBJECTIVES):

Il Corso intende sviluppare capacità ideative e tecniche di carattere professionale per quanto riguarda la progettazione negli ambiti dell’Exhibit Culturale attraverso lo sviluppo di capacità progettuali volte all’intervento di realizzazione di strutture espositive di carattere effimero all’interno –esterno di Spazi architettonici diversi in base alle diverse esigenze della Committenza.
Metodologie.
Per l’attuazione del Programma e il raggiungimento degli obiettivi prefissati il Docente fornirà agli Specializzandi i dati necessari mediante lezioni frontali e individuali, proiezioni, ricerche e specifica bibliografia; l’insegnamento sarà integrato da visite a Mostre e Spazi Espositivi di particolare rilevanza e attinenza allo specifico del Corso seguite da l’esecuzione di elaborati grafici e modelli.

CONTENUTI E TEMATICHE (SUBJECT MATTER):

Lo Spazio dell’intervento
a) Il Disegno.
b) Rappresentazione dello Spazio attraverso gli Strumenti e le tecniche del Rilievo metrico manuale .
 
Restituzione.
c) Scale di riduzione.
d) Tecniche di Restituzione .( planimetrie, prospetti e sezioni ) I
 
l Progetto di Allestimento.
a) Il Curatore, il Progettista, l’Allestitore
b) Metodologie Progettuali.
c) L’Exhibit Culturale - Tipologie di Comunicazione.
e) L’Architettura effimera – elementi costruttivi – Luoghi e Percorsi.
f) Materiali e Strumenti dell’Allestimento

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA (CLASS FORMAT):

Lezioni teoriche, Applicazioni pratiche, Progetti laboratoriali/Stage(Theoretical Lessons, Practical Aplication, Workshop)

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO (TEACHING METHODS / COURSE ORGANIZATION):

La didattica è organizzata in lezioni frontali correlate a prove di laboratorio. Il modulo didattico si avvarrà di alcune esercitazioni propedeutiche per un riscontro applicativo delle nozioni teoriche. Nell’ ambito dei laboratori si eseguiranno progettazioni a tema individuali o di gruppo riferite al modulo didattico, integrate da brevi esercitazioni integrative da svolgere in aula.

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE (FINAL EVALUATION):

Gli esami si svolgeranno secondo il calendario del C.A. previa prenotazione informatica obbligatoria con scadenza 3 giorni prima dell’appello. Per sostenere l’esame conclusivo il candidato dovrà aver completato propedeuticamente le esercitazioni richieste; elemento minimo ed indispensabile per poter essere valutati dalla commissione d’esame. La mancanza di un solo elaborato richiesto è pregiudiziale per il superamento dell’esame.
 
Elaborati richiesti:
Tutti gli elaborati dovranno essere consegnati in una raccolta rilegata nel formato UNI A3. Sul frontespizio dovrà essere riportato: logo Accademia di Belle Arti di Firenze, logo Corso, il nome del Corso, il titolo dell’esercitazione, il nome dei docenti, all’anno accademico, il nome del candidato. La proposta progettuale di Allestimento e le esercitazioni propedeutiche dovranno essere impaginate graficamente ognuna su una tavola rigida formato UNI A2. Per ciascuna tavola sarà predisposto un layout comune nel quale inserire il proprio lavoro.
 
Criteri per la valutazione finale:
- frequenza del corso;
- singole valutazioni delle esercitazioni propedeutiche;
- 5 Moduli (1 modulo 25 ore CFA 1) N°5 Mostre da documentare (Soggetto\Messaggio\Percorsi\, temi da sviluppare attraverso schizzi, foto, scritti. (totale 125 ore = 5 CFA)
- capacità di sintesi nell’esposizione del lavoro svolto;
- qualità grafica e compositiva della presentazione;
- grado di apprendimento teorico (risultato di un’interrogazione in sede d’esame sui contenuti del corso);

BIBLIOGRAFIA (BIBLIOGRAPHY):

R. Arnheim, Arte e Percezione Visiva,  edizioni Feltrinelli.
G. Kepes, Il linguaggio della visione,  edizione Dedalo.
A. Vettese, Artisti si diventa,  edizione Carocci
G. Celant, Artmix, edizioni Feltrinelli.
G. Celant, Arte dall’Italia,  edizioni Feltrinelli.
F. Poli, Arte contemporanea, edizioni Feltrinelli.
F. Poli, Il sistema dell’arte contemporanea,  edizioni Laterza.
G.C. Argan, Bonito Oliva, Arte oltre il 2000,  edizioni Santoni.
M.Corgnati, F. Poli, Dizionario dell’arte dell’900,  edizioni Mondadori.
B. Munari, Design e Comunicazione visiva
B. Munari, Bruno Munari
B. Munari, Da cosa nasce cosa
B. Munari, Artista Designer
B. Munari, Arte come mestiere
D. Cannoni, Geometria, prospettiva progetto,  edizioni Cappelli.
L. Cataldo, M. Paraventi, Il museo oggi,  edizione Holpli.
Michele Costanza, Museo fuori dal museo,  Serie di Architettura e design, Franco Angeli.
M. Malgugini, Allestire per comunicare,  Serie di Architettura e design, Franco Angeli.
M. Carboni, Il sublime è ora,  editore Castellucci.
M. Carboni, L’Ornamentale, editore Jaka book.
G.Biondi,S. Sitton, Non di sola arte, Fondazione G. Agnelli.

STUDENTI INTERNAZIONALI (INTERNATIONAL STUDENTS):

The course intends to develop professional creative and technical capabilities regarding the design of cultural exhibitions.  These capabilities will be directed to the realization of ephemeral expository structures within and outside of diverse architectural spaces  according to commission requirements.
Methods
Lectures, individual meetings with students, video projections, research and specific bibliography will provide students with the necessary information for attaining course objectives.  Lessons will be integrated with visits to relevant shows and expository spaces  connected to course studies.  Students will be required to create graphic representations and models of their ideas.
Subjects  -  The Intervention Space
a) Drawing
b) Instruments and techniques for the manual metric measurement  for  the representation of   space
c) Reduction scales
d) Floor plans, elevations and sections
 
Project Planning
 
a) The curator / the designer / the set-up designer
b) Methodological planning
c) Cultural exhibits – communication types
d) Ephemeral architecture – constructive elements – places and itineraries
e) Materials and instruments for the set-up of exhibition spaces