Il soffio sulla pelle: musica ancestrale in Accademia

on Lunedì, 28 Novembre 2016 12:49

Concerti del flautista Roberto Fabbriciani e del percussionista Jonathan Faralli

Venerdì 2 e sabato 3 dicembre il rinnovato Teatrino dell'Accademia (aula 10) ospiterà "Il soffio sulla pelle", due eventi di musica ancestrale (flauti e percussioni). A esibirsi due artisti di fama internazionale: Roberto Fabbriciani (2 dicembre, ore 21), flautista e compositore, e Jonathan Faralli (3 dicembre, ore 17.30), percussionista.

I concerti si terranno nell'ambito di START point 2016 - VOLK, la VII edizione della rassegna d'arte promossa e prodotta dall'Accademia e curata quest'anno dal prof. Mauro Pratesi.

La musica ancestrale, come spiega Luisella Botteon, docente di storia della musica, rimanda al suono ancestrale e primitivo delle percussioni e dei flauti, al soffio che genera e plasma il suono, al soffio che è vita, al significato di guarigione che il soffio simboleggia per alcune culture.

Venerdì 2 dicembre alle 21 il flautista Roberto Fabbriciani si esibirà su musiche di: A. Vivaldi, J.S. Bach, B. Maderna, H. Pousseur, A. Piazzolla e R. Fabbriciani.

Sabato 3 dicembre alle 17.30) il percussionista Jonathan Faralli eseguirà e interpreterà musiche di: B. Maderna, B. Hamilton, F. Giomi e C. Hatzis e J. Faralli.

Breve biografia degli artisti:

Roberto Fabbriciani, flautista e compositore è nato ad Arezzo. Interprete originale e artista versatile Roberto Fabbriciani ha innovato la tecnica flautistica moltiplicando con la ricerca personale le possibilità sonore dello strumento. E' internazionalmente riconosciuto tra i migliori interpreti. Ha collaborato con alcuni tra i maggiori compositori del nostro tempo: Luciano Berio, Pierre Boulez, John Cage, Elliot Carter, Luis De Pablo, Franco Donatoni, Brian Ferneyhough, Jean Françaix, Ernest Krenek, György Kurtág, György Ligeti, Bruno Maderna, Olivier Messiaen, Ennio Morricone, Luigi Nono, Goffredo Petrassi, Henri Pousseur, Wolfgang Rihm, Nino Rota, Karlheinz Stockhausen, Toru Takemitsu, Isang Yun, molti dei quali gli hanno dedicato numerose ed importanti opere eseguite in prima assoluta. Ha suonato come solista con i direttori Claudio Abbado, Riccardo Chailly, Peter Eötvös, Gianandrea Gavazzeni, Michael Gielen, Cristóbal Halffter, Vladimir Jurowsky, Peter Maag, Bruno Maderna, Riccardo Muti, Giuseppe Sinopoli, Lothar Zagrosek e con orchestre quali l'Orchestra della Scala di Milano, l'Orchestra dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia, le Orchestre della Rai, Orquesta Nacional de España, London Sinfonietta, SWF Baden-Baden, Deutsches Symphonie-Orchester Berlin, Bayerischer Rundfunks, Münchener Philharmoniker. Ha effettuato concerti come solista e recitals alla Scala di Milano, Filarmonica di Berlino, Royal Festival Hall di Londra, Suntory Hall di Tokyo, Sala Cajkowskij di Mosca e Carnegie Hall di New York e a festivals quali Biennale di Venezia, Maggio Musicale Fiorentino, Ravenna, Londra, Edimburgo, Parigi, Bruxelles, Granada, Luzern, Warsaw, Salisburgo, Wien, Lockenhaus, Donaueschingen, Köln, München, Berlin, St. Petersburg, Tokyo, Cervantino, Wellington. Innumerevoli sono le registrazioni per emittenti radiotelevisive ed oltre 250 le sue incisioni discografiche, molte delle quali premiate dalla critica. E' stato docente al Conservatorio  "L. Cherubini" di Firenze e ai corsi di alto perfezionamento dell'Università Mozarteum di Salisburgo. Le sue composizioni sono edite da Ricordi e Suvini Zerboni.

faralli

 

Jonathan Faralli compie gli studi musicali in percussione e composizione presso il Conservatorio Statale di musica "L. Cherubini " di Firenze, si perfeziona prima allo "Sweelinck Conservatorium" di Amsterdam e poi a Strasburgo, alla scuola de " Les Percussion de Strasbourgh". Si laurea in Sociologia dell'Educazione, presso l'Università degli studi di Firenze. Si diploma in didattica della musica presso il Conservatorio di Fermo. Dal 1980 ha collaborato con le piu' prestigiose orchestre italiane, tra cui l'Orchestra della Toscana e quella del Maggio Musicale Fiorentino. E' stato invitato a suonare come solista nei festival musicali più prestigiosi tra cui Salzburger Festspiele, il Maggio Musicale Fiorentino, Edinburgh International Festival, Sidney International Chamber Music Festival, New York Electronic Music Festival. Ha fatto parte del gruppo "Les Percussions des Strasbourg" dal 1993 al 1996 suonando nelle principali città europee, collabora con altri numerosi ensembles, tra cui L'European Music Project, Modern Times Duo, Richard Galliano, i Virtuosi di Mosca, Musicatreze. Collabora con l'Istituto di Ricerca Musicale "Tempo Reale" (informatica musicale e computer music) fondato da Luciano Berio. Numerosi CD e DVD testimoniano la sua attività solistica e cameristica, attraverso la quale ha tenuto masterclasses e concerti in tutti i continenti, ha collaborato con i compositori più famosi, tra i quali Luciano Berio, Salvatore Sciarrino, Franco Donatoni, Iannis Xenakis, John Cage ed altri, molti dei quali gli hanno dedicato i loro lavori. Suona in duo con il flautista Roberto Fabbriciani. Attualmente insegna presso l'Istituto "P. Mascagni" di Livorno dove è docente della classe di strumenti a percussione, dal 1987 collabora presso la Scuola di musica di Fiesole dove è insegnante per la fila della sezione delle percussioni dell'Orchestra Giovanile Italiana.

Letto 1396 volte Ultima modifica il Mercoledì, 07 Giugno 2017 08:25