--------------------

  Storia del Cinema e del Video            

Prof. Socci Stefano

Crediti formativi: 6 

Orario delle lezioni:  

Livello: Triennio 

Corso di riferimento: Scenografia 

Anno Accademico: A.A. 2011-2012 

Tipologia disciplina: Teorica 

 

OBIETTIVI FORMATIVI:

ALCUNI ARCHETIPI DELLO SPETTACOLO: DA EURIPIDE A SHAKESPEARE E PASOLINI
 
Descrizione del corso
Il corso si propone l’analisi di alcune figure e “luoghi” che influenzano la storia dello spettacolo. Nella filosofia di Platone l’archetipo è il modello originario e ideale delle cose sensibili; nel campo dello spettacoloparticolarmente nel teatro, nel cinema e nella televisioneil ricorso agli archetipi consente di dialogare con lo spettatore a un livello mitologico e subliminale. Temi: razionale e irrazionale, graal, malvagio machiavellico, amore ribelle, melanconia, gelosia, ingratitudine, sogno, fatalità, solitudine, potere.

CONTENUTI E TEMATICHE:

 Il corso si propone l’analisi di alcune figure e “luoghi” che influenzano la storia dello spettacolo. Nella filosofia di Platone l’archetipo è il modello originario e ideale delle cose sensibili; nel campo dello spettacoloparticolarmente nel teatro, nel cinema e nella televisioneil ricorso agli archetipi consente di dialogare con lo spettatore a un livello mitologico e subliminale. Temi: razionale e irrazionale, graal, malvagio machiavellico, amore ribelle, melanconia, gelosia, ingratitudine, sogno, fatalità, solitudine, potere.

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA:


 

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO:


 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE:

Per sostenere l’esame è obbligatoria la frequenza delle lezioni. In sede d’esame lo studente dimostrerà di avere seguito il corso con attenzione, di avere letto i testi e visto i film consigliati.
 

BIBLIOGRAFIA:

Bibliografia essenziale
Euripide, Le baccanti, Feltrinelli, Milano, 1968, tr. di E. Sanguineti.
W. Shakespeare, Romeo e Giulietta, Sogno d’una notte di mezza estate, Amleto, Otello, Re Lear, Macbeth, La tempesta.
P. Calderón de la Barca, La vita è sogno.
H. von Hofmannsthal, La torre.
P.P. Pasolini, Calderón.
S. Socci, Shakespeare fra teatro e cinema, Le Lettere, Firenze, 2009.
S. Socci, Miti ed eroi nel cinema, Le Lettere, Firenze, 2001.
J. Weston, Indagine sul Santo Graal, Sellerio, Palermo, 1995.
 
Filmografia essenziale
J.L. Mankiewicz, Improvvisamente l’estate scorsa, 1959. F. Zeffirelli, Romeo e Giulietta, 1968, Amleto, 1990. R. Wise, West Side Story, 1961. B. Luhrmann, Romeo + Giulietta di William Shakespeare, 1996. J. Madden, Shakespeare in Love, 1998. M. Hoffman, Sogno di una notte di mezza estate (1999). S. Gade, Hamlet, 1920. L. Olivier, Amleto, 1948. G. Kozintsev, Amleto, 1964. K. Branagh, Amleto, 1996. O. Welles, Otello, 1952. O. Parker, Otello, 1996. M. Elliott, Re Lear, 1983. R. Scott, Il gladiatore, 2000. O. Welles, Macbeth, 1947-50. A. Kurosawa, Il trono di sangue, 1957. R. Polanski, Macbeth, 1972. A. Blasetti, La corona di ferro, 1941. P.P. Pasolini, Edipo re, 1968. B. Bertolucci, L’ultimo imperatore, 1987, L’assedio, 1999, The Dreamers, 2003.