VISUAL CULTURE, CURATELA E DIDATTICA DELL'ARTE

Diploma Accademico di II livello
Scuola di Didattica dell'Arte, Dipartimento di Comunicazione e didattica dell'arte
 

OBIETTIVI FORMATIVI

Il Corso ha un piano di studi graduale, finalizzato a trasmettere ai soggetti in apprendimento la giusta metodologia di approccio alla Visual Culture ed alla Curatela Artistica. In questa ottica si spiega la forte presenza di discipline dal taglio culturale. Allo scopo, però, di creare una figura dotata di competenze concorrenziali rispetto ad un laureato equivalente proveniente da altri ordini di studio superiori, lo studente che uscirà da questo corso possiederà anche conoscenze sul piano delle tecniche artistiche, rendendolo soggetto di eccellenza, in grado di rispondere in modo positivo alla concorrenza. L'obiettivo finale è quello di formare operatori culturali di settore, dotati di adeguate ed aggiornate conoscenze teoriche, critiche, storiche e culturali, come anche di capacità tecniche e competenze tecnologiche nell'ambito della comunicazione, promozione e l'organizzazione di eventi artistici, in ambito museale, di musei locali ema tema, di gallerie. Lo studente maturerà le competenze per operare allinterno di riviste specialistiche ed allinterno di Case Editrici.
Aspetto particolare del Corso di Diploma in Visual Culture e Curatela artistica sono, inoltre, le competenze trasmesse nell'ambito della valorizzazione del Bene Artistico e Culturale in situazioni di crisi ambientale ed ecologica. Il Corso di Diploma Biennale in Visual Culture e Curatela Artistica promuove, pertanto, la formazione di un profilo di operatore dotato di conoscenze tali da saper valutare storicamente, tecnicamente e criticamente lopera darte, inserendola in modo appropriato nel contesto della più ampia analisi della cultura nei suoi aspetti filosofici, sociali, antropologici e mediali. Il futuro operatore sarà in grado di ideare ed organizzare, autonomamente ed allinterno di un team, eventi artistici per musei, gallerie, istituzioni pubbliche e private. Avrà le conoscenze necessarie nellambito dell'editoria d'arte, dell'ordinamenton giuridico che regola archivi e biblioteche. L'indirizzo di Diploma di II livello in Didattica dellarte forma una figura di operatore esperto nella valutazione delle implicazioni pedagogiche, delle ricadute psicologiche nella progettazione di una appropriata comunicazione dellopera darte, così da avvicinare il pubblico alla sensibilità per il mondo dell'arte.
L'Accademia di Belle Arti come luogo di formazione, rende tale figura di operatore un interlocutore privilegiato di Musei, sia internazionali che nazionali e locali, gallerie, private e pubbliche, scuole, enti di accoglienza e di integrazione culturale, case editrici, redazioni di giornali. Lacquisizione di saperi e pratiche relativi alla creazione di una opera darte, unitamente ai saperi di nuova generazione legati ai media digitali, elettronici, al web, rendono lo studente in uscita dal Biennio un profilo di successo sul mercato del lavoro. Lo studente sarà in grado di trasmettere ad ogni livello, con competenza critica e storico-artistica, il bene artistico e culturale, con una sensibilità estetica d'eccellenza.
 

PROSPETTIVE OCCUPAZIONALI

Lo studente che abbia scelto l'indirizzo di Visual Culture e Curatela Artistica ha come orizzonte occupazionale quello di curatore dell'impianto critico-artistico di mostre, sia a livello di libera professione che come figura organica all'interno di istituzioni. Gallerie e musei di genere privato e pubblico, Case d'asta, attività all'interno di Case Editrici e riviste
specializzate costituiscono gli interlocutori privilegiati degli studenti di secondo livello diplomati. Il loro ruolo è, inoltre, quello di veicolare una fruizione consapevole delle opere da parte del pubblico, in questo senso ulteriori orizzonti lavorativi sono costituiti dallattività allinterno di televisioni e radio pubbliche private. Le competenze acquisite dai
diplomati consentono loro, inoltre, la formazione di cooperative. Grazie alle competenze acquisite, lo studente in uscita dispone di conoscenze anche delle tecniche artistiche, elemento che lo qualifica e distingue rispetto a studenti provenienti da altre istituzioni, le cui discipline di studio sono di taglio esclusivamente teorico. Lo studente che abbia deciso l'indirizzo di Didattica dellArte ha, come orizzonte occupazionale quello di operatore del settore, sia a livello di libera professione che come figura organica allinterno di istituzioni. Una volta conseguito il diploma di secondo livello di questo indirizzo, lo studente potrà svolgere il ruolo di ideatore e progettatore di percorsi laboratoriali di didattica dellarte rivolti a un'ampia gamma di utenza pubblica e privata e offrire competenza specifica a progetti didattici anche di Formazione a Distanza, dipartimenti di didattica di Gallerie e musei di genere privato e pubblico, di piccoli musei locali, scuole di vario ordine e grado, centri di integrazione e di scambio interculturale, cura del disagio, istituzioni impegnate nel lifelong-learning, costituiscono gli interlocutori privilegiati degli studenti di secondo livello diplomati. Le competenze acquisite dai diplomati consentono loro, inoltre, la formazione di cooperative. Grazie alle competenze acquisite, lo studente in uscita dispone di conoscenze anche delle tecniche artistiche, elemento che lo qualifica e distingue rispetto a studenti provenienti da altre istituzioni, le cui discipline di studio sono di taglio esclusivamente teorico.
 

COSA SI STUDIA

Il biennio in Visual Culture, curatela e didattica dell'arte si compone di due indirizzi (Didattica dell'arte e Curatela Artistica). Per conoscere nel dettaglio le discipline oggetto di studio scarica per ciascun indirizzo il piano di studio: Didattica dell'arte / Curatela Artistica.