--------------------

  Scenotecnica            

Prof. Bellanca Castranese Renzo

Crediti formativi: 8 

Orario delle lezioni:  

Livello: Triennio 

Corso di riferimento: Scenografia 

Anno Accademico: A.A. 2011-2012 

Tipologia disciplina: Laboratoriale 

 

OBIETTIVI FORMATIVI:

Il Corso si propone di formare e sviluppare, attraverso lezioni frontali e laboratorio, i vari aspetti legati alla gestione tecnica e creativa dello spazio scenico cinematografico, usando con competenza i vari linguaggi, dalla tradizione a quelli innovativi introdotti dalle nuove tecnologie.
La Scenotecnica si occupa di ideare e progettare gli ambienti entro i quali si svolgono le azioni sceniche di un film. L'attività prevede, una fase creativa e progettuale seguita da una un'altra realizzativa che consiste nel progettare le costruzioni  e l'allestimento dei set concordati.
La ricerca documentale  diviene lavoro preparatorio indispensabile facendo così accrescere nello studente la conoscenza e la capacità di saper cercare le informazioni necessarie al lavoro progettuale dei set.
Durante il corso verranno messe in luce le peculiarità della progettazione di interni ed esterni con gli indispensabili raccordi di scena, i mezzi tecnici, le tecniche di ripresa e di costruzione per poter meglio gestire la creatività dello scenografo. Analizzeremo l’importanza che riveste l’arredamento nell’impianto scenico che andremo a progettare, fondamentale e complementare alla scenografia
Il corso di Scenotecnica  preparerà lo studente, attraverso una specifica impostazione tecnica, ad affrontare una progettazione così complessa.
 

CONTENUTI E TEMATICHE:

Prima Fase:
 
Progettazione esecutiva da copione cinematografico con tutti gli sviluppi progressivi
Lo spazio scenico – i teatri di posagli esterni
Metodologia e tecniche del rilievo grafico e fotografico nel cinema
Scenotecnica cinematografica
I materiali nella scenotecnica cinematografica
Il set cinematograficoil film – lo spot – i mezzi di ripresa
 
 
Seconda Fase
 
Spoglio degli ambienti
Suddivisione degli interni e degli esterni da progettare, con tutti gli interventi scenografici da copione.
Spoglio dell’arredamento di tutti gli ambienti
Spoglio dei fabbisogni di scena e fabbisogni speciali
 
Terza fase
 
La progettazione esecutiva per il cinema ( teatri di posa  ed
esterni )
Il legno e la sua lavorazione – le plastiche, il metallo, le resine
i tessuti, la carta e le loro classi di appartenenza
Le norme di sicurezza per la progettazione nei teatri di posa
 
Quarta Fase
 
Progettazione esecutiva degli  ambienti del film ( interno o esterno da concordare con il docente ) in tutte le sue fasi
Ricerca e documentazione di tutti gli elementi architettonici e di arredamento
Documentazione dei materiali utilizzati nella progettazione del set
Dettagli costruttivi degli elementi architettonici,  di arredamento e dei decori in scala
Piante, alzati prospettici e sezioni del progetto definitivo in scala su lucido e copie su carta. Capitolato.
 
L’intero progetto esecutivo verrà collocato all’interno di un teatro di posa degli studi di Cinecittà ( da concordare con il docente ), e per gli esterni, negli appositi spazi del Back-lot sempre di Cinecittà.
 
Durante l’Anno Accademico lo studente dovra sostenere  tre revisioni degli elaborati.
 
Tutti i punti sopra citati sono determinanti per poter affrontare l’Esame del Corso, inoltre per poter valutare la  preparazione raggiunta, lo studente sosterrà un colloquio sugli argomenti trattati ed il relativo progetto scelto.
 
Per gli studenti che decidono di biennalizzare il Corso sarà creato per loro un approfondimento specifico tecnico-progettuale con le caratteristiche fino ad adesso descritte.
 

TIPOLOGIA DELLA DIDATTICA:

Lezioni teoriche, Applicazioni pratiche
 

MODALITA' DELLA DIDATTICA/ORGANIZZAZIONE DEL CORSO:


 

MODALITA' DI ACCERTAMENTO FINALE:


 

BIBLIOGRAFIA: