--------------------

Dante nella biblioteca dell'Accademia

on Friday, 15 October 2021 12:36

Volumi in mostra dal 25 ottobre al 19 novembre

Nell’anno dedicato al Sommo Poeta non poteva mancare una mostra che riflette sulla vastità delle risorse librarie che hanno come oggetto la sua opera più importante: la Divina Commedia, libri che nel corso dei secoli l'hanno analizzata, commentata, illustrata o semplicemente riproposta in chiave diversa. A Dante e al ricco lascito artistico-letterario che il genio fiorentino ha tributato anche indirettamente ai suoi posteri è dedicata la mostra Dante nella biblioteca dell’Accademia di Belle Arti di Firenze a cura di Valeria Bruni, docente e storica dell’Arte, e Simonetta Luti, bibliotecaria dell’Accademia di Belle Arti.

Una mostra che intende offrire uno sguardo d’insieme sul vasto e importante patrimonio librario a tema dantesco custodito dall’Accademia – basti pensare che uno degli incunaboli danteschi è recentemente entrato a far parte del database MEI - Material Evidence in Incunabola, curato dal Consortium of European Research Libraries – e al tempo stesso consentire al visitatore di guardare a Dante attraverso la lente speciale degli autori che in epoche diverse hanno tratto ispirazione proprio dai suoi versi. Attraverso un focus specifico su una decina di titoli scelti, la mostra condurrà il visitatore fra pagine illustrate e commentate da importanti autori come Adolfo De Carolis, Giulio Aristide Sartorio e Adolfo Wildt.

La mostra sarà aperta al pubblico dal lunedì al venerdì (ore 10 -13), dal 25 ottobre al 19 novembre, con ingresso libero e gratuito. Per entrare sarà necessario mostrare il Green pass. Inaugurazione il 25 ottobre alle ore 18.

 

Libri presenti in mostra:

  • Dante Alighieri, Gli amori di Dante raccontati da lui medesimo, (Vita Nova e Canzoniere) con prefazione e note per G: Stiavelli, con illustrazioni Roma, Perino, 1888, in 4°
  • Dante Alighieri, La Divine Commedie, Le Paradis traduction nouvelle en vers françois par M. Hippoljte Topin, Livorne, Guillarme libraire, 1862, in 8°
  • Dante Alighieri, Della lingua volgare, libri, due, tradotti di latino da Gian Giorgio Trissino, e ridotti a corretta lezione col riscontro del testo originale, Livorno Tip. Fabbreschi, 1850, in 8°
  • Dante Alighieri, La Divina Commedia, già tradotta a miglior lezione dagli Accademici della Crusca, accresciuta di un doppio rimario e tre inediti da G. Antonio Volpi, Padova, Per Giuseppe Commio, 1726-27, in 16°, vol.3
  • Dante Alighieri, La Divina Commedia, con tavole in rame, Firenze, nella Tip. Dell’Ancora, 1817-19, vol.4 in foglio, con tavole
  • Dante Alighieri, Commedia, di Dante Alighieri, con ragionamenti e note di Niccolò Tommaseo, Milano, Francesco Pagnoni, 1855, vol.3, in 4°, con tavole
  • Dante Alighieri, La Divina Commedia, con varie annotazioni e di copiosi rami adornate dal Conte Crist. Zapata di Cisneros (il volume contiene le incisioni di tutte e tre le cantiche), Venezia, presso Antonio Fatto, 1757, in 4°, tav. 56
  • Dante Alighieri, La Divina Commedia, illustrata nei luoghi e nelle persone, a cura di Corrado Ricci, con 30 eliotipie e 100 zincotipie, Milano, Ulrico Hoepli, 1898, in 4°
  • Concordanza speciale della Divina Commedia di Dante Alighieri, ossia repertorio di tutti i versi del poema alfabeticamente..., a cura del prof. Luigi Polacco, Firenze, Barbera, 1898
  • Dante Alighieri, La Divina Commedia nuovamente illustrata da artisti italiani, a cura di Vittorio Alinari, prefazione di Giuseppe Vanvitelli. Il primo volume 11 tavole a colori, il secondo 16, il terzo 9, Firenze, Tip. S. Landi, 1902-03, in 4°, voll.3
  • Dante Alighieri, La divina Commedia, illustrata da Adolfo Wildt