--------------------

Incontro con l’artista Pamela Diamante

on Thursday, 02 May 2024 11:44

Lunedì 13 maggio, ore 13, Sala del Cenacolo

incontro Diamante web

“Estetica, politica, poetica” è il titolo dell’incontro con l’artista Pamela Diamante che il prof. Christian Caliandro ospiterà il prossimo 13 maggio all’interno del suo corso Storia dell’arte contemporanea - Visual Culture 1: un approfondimento su pratiche e processi, interscambio vitale, fra urgenze personali e ricerca artistica che caratterizzano il lavoro di Pamela Diamante. Energia e fragilità si annullano e fortificano oltre i confini dell’opera allacciando con la fenomenologia del mondo naturale e sociale un dialogo interiore, intenso e solitario. Dalle prime ricerche formaliste in cui il focus d’interesse era captare l’essenza del fenomeno, l’aspetto che si nasconde oltre l’apparenza dell’oggetto, alle tensioni filosofiche che caratterizzano gli ultimi progetti relazionali e partecipativi in cui l’opera è “agita” all’interno di strutture tecnico-architettoniche estremamente stilizzate.

L’incontro, aperto a tutti gli interessati, si svolgerà nella Sala del Cenacolo a partire dalle ore 13. Previsto anche un intervento della Direttrice dell'Accademia di Belle Arti, Gaia Bindi.

Pamela Diamante (Bari, 1985) è un’artista visiva italiana, vive e lavora nel Sud Italia.Prima di intraprendere la carriera artistica, ha prestato servizio nell'Esercito Italiano congedandosi con il grado di Caporal Maggiore. Nel 2016 ha conseguito il Diploma in Scultura presso l’Accademia di Belle Arti di Bari.Il suo lavoro si caratterizza per un formalismo minimalista che fonde diversi mezzi espressivi, tra cui video, scultura, suono e installazione. La sua ricerca esplora e approfondisce la relazione tra la società e le strutture di potere dei mezzi di comunicazione. Le opere risultano essere dei dispositivi simbolici in cui l'impianto concettuale guida la combinazione di linguaggi rappresentativi. La pratica artistica di Diamante è concepita come un processo dinamico, un'azione che abbraccia la capacità di interrogare il presente, di agire, di osservare, di rivedere, di commettere errori, di destrutturare, di ricostruire e di affermare.I suoi lavori sono stati esposti in istituzioni pubbliche e private come: Mattatoio (Roma 2023), Fondazione Arnaldo Pomodoro (Milano 2022), Ioseb Grishashvili Historical Museum (Tbilisi 2021), CerModern Arts Center (Ankara 2021), Kyiv History Museum (Kiev 2021), Museo GAM (Torino 2020), Padiglione di Arte Contemporanea (Milano 2020), Museo CaMusAc (Cassino 2020), Concretespace (Miami 2019), Kooshk (Teheran 2017), MAXXI (Roma 2016), Centro de Desarollo de las Artes Visuales, (Havana, 2015). Nel 2022 ha vinto il premio Covivio, nel 2019 l’Artists Development Programme della European Investment Bank, nel 2017 il Premio Italia-Argentina del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, nel 2015 il Premio Nazionale delle Arti promosso dal MIUR. Dal 2022 dirige il Focus Arte Contemporanea per il BIG Bari International Gender Festival, sezione monografica dedicata a un artista che ha visto tra i suoi ospiti Franko B. e Regina Josè Galindo.

Per conoscere il lavoro dell’artista: https://pameladiamante.it/about/he

Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito Web e la tua esperienza durante l'utilizzo. Solo i cookie essenziali per il funzionamento del sito sono stati impostati. Per saperne di più sui cookie che utilizziamo e su come eliminarli, consulta la nostro Privacy Policy.

Accetto i cookie da questo sito
EU Cookie Directive plugin by www.channeldigital.co.uk