--------------------

Le Vie della forma, studenti in mostra nella città di Giotto

on Monday, 12 April 2021 12:38

Evento conclusivo di premiazione dei vincitori: 10 luglio, ore 18

Le vie della forma SITO ORIZZONTALE 2

Entra nel vivo il progetto Le vie della forma con l'esposizione a Vicchio, città natale di Giotto, dei lavori degli allievi del dipartimento arti visive. Un progetto corale, ideato e seguito in tutte le sue fasi dalla Consulta degli studenti dell'Accademia, e curato dai docenti Giandomenico Semeraro e Cristian Biasci. Un'iniziativa che ha potuto contare sul coinvolgimento e la collaborazione di tutte le anime e le professionalità dell'Accademia: dall'allestimento - a cura dei corsi di Design e Progettazione allestimenti spazi espositivi - alle visite guidate - curate dal triennio di Didattica per i musei e dal biennio di Curatela Artistica - con percorsi tematici arricchiti da pannelli esplicativi realizzati dagli allievi del biennio di Illustrazione, mentre il biennio di Grafica si è occupato della progettazione della comunicazione visiva.

L’evento - primo in presenza per l'Accademia dopo oltre un anno di attesa a causa della chiusura, fra gli altri, anche dei luoghi della cultura per effetto delle misure anti Covid - si snoderà fra tre sedi espositive di grande suggestione: la Casa di Giotto, la Casa di Benvenuto Cellini e un fondo nella centralissima via Corso del Popolo a Vicchio.

Situato nel territorio del Mugello, con i suoi 8mila abitanti e un paesaggio da cartolina, tra XIII e XIV sec. Vicchio diede i natali a due grandi personaggi dell’arte: Giotto e Beato Angelico, mentre Benvenuto Cellini aveva scelto proprio questa cittadina come meta di soggiorno. Da qui, un luogo che trasuda storia e bellezza, prende le mosse Le vie della forma, che per un mese e mezzo vedrà l’arte contemporanea al centro di un progetto di valorizzazione e rilancio artistico-culturale del territorio. Protagoniste le opere di quarantadue giovani artisti che spaziano dal linguaggio della pittura alla poster art, dalla scultura all’installazione, dalla performance, alla video arte, avendo come filo conduttore un unico grande tema: il richiamo della luce, lo stesso che si può rintracciare facilmente, come componente allora di grande novità, nelle opere di Giotto e di Beato Angelico.

Le vie della forma è un progetto pluriennale che si avvale della collaborazione del Comune di Vicchio, con il contributo della Fondazione CR Firenze e con il patrocinio di Regione Toscana e Città Metropolitana di Firenze. Un progetto pensato e realizzato dagli studenti per gli studenti (e non solo…). Le opere in mostra - in tutto sono 42 gli artisti esposti - saranno valutate da una giuria composta da Valentina Gensini, direttrice artistica del Murate Art District di Firenze, Martino Margheri del Dipartimento Educazione di Fondazione Palazzo Strozzi di Firenze e dallo storico dell’arte Antonio Natali - già Direttore della Galleria degli Uffizi -, che individuerà i tre vincitori, le cui opere entreranno a far parte della collezione permanente di arte contemporanea del Comune di Vicchio. 

L’inaugurazione della mostra si svolgerà sabato 22 maggio alle ore 17 in diretta sulla pagina Facebook e sul canale YouTube del Comune di Vicchio. La mostra resterà aperta fino al 10 luglio, dal venerdì alla domenica: dalle ore 10 alle 13  e dalle ore 14.30 alle 19.30. Una navetta gratuita sarà a disposizione dei visitatori che giungeranno a Vicchio in treno. Il servizio sarà attivo ogni venerdì pomeriggio, dalle ore 14.30 alle 16.30, con partenza dalla stazione del paese fino alla Casa di Giotto. Previste ogni sabato visite guidate gratuite a cura degli allievi della Scuola di Comunicazione e Didattica dell’arte dell'Accademia.

In caso di passaggio della regione Toscana in zona arancione la mostra potrà rimanere aperta negli stessi orari, ma soltanto il venerdì. In caso di zona rossa, invece, sarà disponibile un virtual tour interattivo che verrà rilasciato sui canali di comunicazione dell’evento. Per facilitare l’accesso dei visitatori alle sedi espositive, l’uso della navetta e la fruizione delle visite guidate nel rispetto delle norme anti Covid, sarà attivo il numero 3404939728. La singola prenotazione include tutte le sedi espositive coinvolte e l’ordine di visita degli spazi sarà consigliato dal personale referente in base alle disponibilità e al rispetto delle normative anti contagio. Compreso nel biglietto gratuito rilasciato dal Museo Casa di Giotto per la visita della mostra anche l'ingresso al “Museo di Arte sacra e religiosità popolare Beato Angelico”, che si trova nel centro storico di Vicchio, in piazza Don Milani 7.

La cerimonia di premiazione dei vincitori è stata fissata alle ore 18 del 10 luglio, giorno di chiusura della mostra. L'iniziativa si svolgerà presso il Parco della Rimembranza di Vicchio. Interverranno: il Sindaco di Vicchio Filippo Carlà Campa, il Presidente dell'Accademia di Belle Arti Carlo Sisi, il Direttore dell'Accademia di Belle Arti Claudio Rocca, i giurati della prima edizione (Valentina Gensini e Martino Margheri), i Curatori Cristian Biasci e Giandomenico Semeraro.

Per informazioni e per prenotare navetta e ingresso in mostra:
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it., numero di cellulare attivo: 340 4939728 

Sedi espositive coinvolte:
Casa di Giotto, Località Vespignano 164, 50039, Vicchio (Fi)
Casa di Benvenuto Cellini, Corso del Popolo 52, 50039, Vicchio (Fi)
Fondo in Corso del Popolo 7, 50039, Vicchio (Fi)